libera mazzoleni
italiano          english
home               percorso artistico               biografia               libri               dvd               contatti
 
ニューバランス メンズ ニューバランス 1500 新作 ニューバランス 1300 販売店 ニューバランス アウトレット ニューバランス アウトレット 996 ニューバランス 996 ニューバランス 1400 アウトレット ニューバランス 574 激安 ニューバランス 996 店舗 ニューバランス 996 人気 ニューバランス 574 通販 ニューバランス 996 通販 ニューバランス 996 激安 ニューバランス 激安 ニューバランス アウトレット 574 ニューバランス 1500 販売店 ニューバランス 1500 人気 ニューバランス 574 ニューバランス 574 人気 ニューバランス 1500 ニューバランス 1500 店舗 ニューバランス 996 メンズ ニューバランス 通販 ニューバランス 574 メンズ ニューバランス 574 レディース ニューバランス スニーカー アウトレット ニューバランス 人気 ニューバランス 1300 激安 ニューバランス 1400 激安 ニューバランス 1300 新作 ニューバランス 1300 通販 ニューバランス レディース ニューバランス アウトレット 1400 ニューバランス アウトレット 1500 ニューバランス 1500 通販 ニューバランス アウトレット 激安 ニューバランス 店舗 ニューバランス 996 梨花 ニューバランス 1300 人気 ニューバランス 1400 店舗 ニューバランス 1400 激安店 ニューバランス 1400 通販 ニューバランス 574 新作 ニューバランス 574 ネイビー ニューバランス 996 アウトレット ニューバランス 574 グレー ニューバランス 996 レディース ニューバランス 996 グレー ニューバランス 996 新作 ニューバランス スニーカー 激安 ニューバランス 激安 通販 ニューバランス 574 アウトレット ニューバランス 1300 店舗 ニューバランス 新作 ニューバランス 1400 人気 ニューバランス 1300 ニューバランス 1300 アウトレット ニューバランス 1500 アウトレット ニューバランス アウトレット 1300 ニューバランス 1400 新作 ニューバランス 1400 ニューバランス 1500 激安 ニューバランス アウトレット 人気 ニューバランス 574 店舗 ニューバランス アウトレット 店舗 ニューバランス 1300 メンズ ニューバランス アウトレット 通販 ニューバランス 1500 メンズ
2006

"PER UN PUGNO DI DOLLARI" da "RHUMA - Eritis Sicut Dei"
video 2006, durata 14:37:18 (ispirato all'opera Rhuma).
"[...] Occhi di donna spalancati sul mondo, sguardo nomade che non si ferma  sulla superficie scintillante delle cose destinante al consumo,ma si sposta continuamente, attraversando il buio che avvolge la ragione calcolante, creatrice di un "mondo-macchina" destinato all'infinita manipolazione [...]".G.Longoni

 
ELEMENTI DI BIOPOLITICA O DELLA ESCLUSIONE
video 2006, durata 28:37:04
Nel mondo dominato dalla Techne e dal suo fare fine a se stesso, da tempo non abita più la dimensione della soggettività. Nell'orizzonte che la Techne apre, l'esserci, spogliato dalla sua possibilità di compiersi come esistenza umana, come cifra aperta al possibile, come fare dotato di senso, non è più.
Altrove, soffocanti arcaismi tribali, sottraggono la vita con ferocia crudele.
La legge patriarcale, nella sua forma arcaica e nella forma più recente del pensiero Unico, soffoca il Tempo in una stretta immobile e dissipa l'esistenza nel dolore e nella violenza o nell'insignificanza.
2007
"MA NOI SIAMO QUI PER AIUTARVI"
video 2007, durata 14:30:00 (ispirato dall'opera: Atlante del Mondo)
Il profilo di un mondo si va costruendo intrecciando delle immagini. Luoghi dello spazio che la memoria scioglie dall’ordine temporale, lasciando affiorare nella ripetizione di uno schema patriarcale, una storia violenta.
Il video compone alcune sequenze di preparazione dell'opera Atlante e alcune sequenze dei film: Apocalipse Now; Garage Olimpo; 11/9 - 2002; viaggio a Kabul 2003.
 
IL CORTEO o dei “figli degli uomini colti"
video 2007, durata: 10:32:27
“[…] non dobbiamo mai smettere di pensare, che civiltà è questa in cui ci troviamo a vivere? Cosa significano queste cerimonie e perché dovremmo prendervi parte, cosa sono queste professioni e perché dovremmo diventare ricchi esercitandole, dove in breve ci conduce il corteo dei figli degli uomini colti […]” Virginia Woolf
La frase che nel vido viene reiterata è di Virginia Woolf, dal libro: “Le tre ghinee” scritto nell’inverno 1937/38, Universale Economica Feltrinelli, 2000
 

MANUALI DEL XX SECOLO
video 2007, durata 00:11:47
Al concetto di umanità inerisce quello di inumanità, perchè quindi definire le azioni efferate come azioni animali o bestiali se esse, solo agli uomini competono?

Nel video si alternano testimonianze di differenti momenti storici.

2008
LAS MARIPOSAS
video 2008, durata: 23:47:00
Video dedicato alle giovani donne di Ciudad Juarez e a tutte le donne che non possono più volare.
2009
È UN CONGEGNO STRANO
video 2009, durata 00:16:00 - voce: Libera Mazzoleni e Riccardo Longoni (dal lavoro di preparazione della performance Dibutade)
Una città disanimata, un "non luogo della surmodernità" (Augé) sembra contenere un corpo espropriato della propria umanità.
Il video nasce dalle suggestioni del racconto di Kafka:" La colonia penale", nel racconto, un giovane ufficiale, affascinato dal perfetto funzionamento di uno strumento costruito per infliggere la pena di morte, si abbandona ciecamente all'esaltazione di quella tecnica omicida che alla fine lo trascinerà nel gorgo della vittima, dopo averlo fatto esistere come carnefice inconsapevole del dolore arrecato....
Il racconto di Kafka, appare come una metafora del nostro tempo segnato dalla violenza e dall'onnipotenza della tecnicoscienza economica e militare.
2010
OH! L'IDENTITÀ
video 2010, durata 00:19:36 - musica per piano elettronico di Daria Baiocchi
Cancellare l'esistenza, privandola di quello spessore di soggettività che intimamente la costituisce, per affermare il primato dell'oggettività, significa smarrirla nell'anonimato delle cose.
2011
UN PERCORSO DAVVERO FATICOSO
video 2011, durata 00:03:17
Un personaggio arranca, spingendo lentamente sui pedali di una bicicletta... uno sportivo, ben attrezzato per la sua escursione, il suo viaggio si concluderà presto con il raggiungimento della meta desiderata dove potrà concedersi il meritato riposo, circondato dai flash dei fotografi che lo consacreranno vincitore.
Ma chi è questo personaggio? Un uomo, una macchina?
L'anticipazione di un futuro possibile?
2012
CANTVS III
video 2012, durata 00:10:25, creato per la composizione per pianoforte: Ombre (Shadows) della musicista Daria Baiocchi, voce recitante: Valerio Ameli, tenore: Francesco Maria Ferrario. Libera Mazzoleni, firma la direzione del video.
La metropolitana di Milano e la Divina Commedia scritta dal poeta italiano Dante Alighieri (XIV sec.) Sono il Leitmotiv di tutta la composizione utilizzata come una sorta di tematica mente-viaggio. In particolare, la "Hell-3° canto" 蠣itato, con Caronte, il traghettatore dell'Ade che porta leanime dei nuovi defunti attraverso lo Stige fiumi e Acheronte [...] (Daria Baiocchi)
Daria Baiocchi, è una pianista italiana, compositrice di musica classica, e di musica elettronica dalla vivace carriera internazionale.
 
CERTI DEL NOSTRO PROGRESSO
video 2012, durata 00:08:48 - voce: Silvana Baga, Pino Cenzo, Riccardo Longoni, Serena Mauri,Libera, Daniela Vanoli; musica: Rita Marcotulli, Silvana Renzini, Daria Baiocchi, Maurizio Signorino, Lar Cobsay.
Nel video, il piano di una soggettività, incerta e frantumata, si smarrisce nelle seducenti offerte di un mercato che promette l'appagamento di ogni desiderio.
Il compito di salvare l'uomo dal terrore della sua vulnerabilità è forse, paradossalmente, affidato a un mondo popolato di alienanti surrogati?
2013
COGITO ERGO SUM?
video 2013, durata 00:05:44 - musica: piano, Fragment71, Fragment/2 da Koiné di Rita Marcotulli.
Forse oggi il pensiero non è più riferimento centrale del soggetto...
Che sia stato sostituito dal calcolo economico e tecnico?
Le immagini evocano la possibile metamorfosi.
 
PANOPTICON
video 2013, durata 00:05:20 - testo: Libera; voce: Lucia Schillaci; piano: Rita Marcotulli.
Da Platone a Foucault, il potere è sempre stato oggetto di attenzione.
Jeremy Bentham, nel suo "Panopticon", immaginò che un osservatore occulto potesse tenere una folla ignara di persone sotto un controllo continuo e totale.
Diversamente, noi, cittadini della contemporaneità, viviamo nella certezza che la nostra vita si svolge nella più assoluta libertà e, a stento, potremmo riconoscerci in alcune riflessioni che svelano il rimosso, convinti, come siamo, di vivere nel migliore dei mondi possibili. Eppure, un potere è tanto più totale quanto più muto e invisibile è il suo comando e quanto più appare assicurata la libertà, come dice Gunther Anders.
2014
IL POLLO E L'ARTE
video 2014, durata 00:05:12
Noi, spettatori dell'arte, ma cos'è l'arte? per gli antichi: luminosità e splendore del sensibile, una fonte di piacere, un dono degli dei, la liberazione dell'anima dalla hýbris. Per i moderni, una forma di manifestazione dello spirito destinata ad essere superata! E poi, il colpo mortale, l'opera come prodotto collettivo dell'attività di molteplici soggetti che cooperano in rete. Impossibile allora distinguere, tra artista e critico, tra opera e discorso, tra opera e prodotto, tra sovversione e promozione. Eppure...